fbpx
Nuovo algoritmo di Facebook, i consigli per non perdere condivisioni
19625
post-template-default,single,single-post,postid-19625,single-format-standard,op-plugin,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.4,vc_responsive
 

Facebook Update

Nuovo algoritmo di Facebook, i consigli per non perdere condivisioni

Anche Facebook, proprio come Google, ogni tanto cambia algoritmo. In pratica, anche il social network ha il suo metodo di indicizzazione, ovvero una serie di criteri che vengono seguiti al fine di elaborare il feed più adatto ad ogni iscritto. Naturalmente, il nuovo algoritmo di Facebook può influenzare le nostre strategie di content marketing e di promozione del nostro brand.

In poche parole, quando pubblichiamo qualcosa sulla fanpage aziendale, dobbiamo pensare a raggiungere il nostro target di riferimento e, pertanto, dobbiamo conoscere i metodi di indicizzazione del social network, in modo da apparire nel feed degli utenti che possono essere interessati ai nostri contenuti, prodotti e/o servizi. Con questa premessa, cosa dobbiamo sapere sul nuovo algoritmo e cosa dobbiamo fare per non farci “tagliare fuori” dalle bacheche del nostro target e per non perdere visibilità e condivisioni?

“Ripuliamo” il feed: ecco le intenzioni del team di Mark Zuckerberg

L’aggiornamento di Facebook ha proprio l’intento di “ripulire” le bacheche dei suoi iscritti. Detto così, può certamente sembrare una mossa un po’ presuntuosa da parte del social, anche perché molte aziende, siti di notizie ed editori stanno già cominciando ad avere delle difficoltà: pochi fans visualizzano i loro contenuti.

Dobbiamo considerare che questi problemi ci sono da sempre, in quanto è da molto tempo che diverse persone si lamentano perché solo una piccola percentuale dei loro fans vedono effettivamente tutti i contenuti pubblicati.

Fanpage

Tuttavia, quando una pagina comincia ad essere molto seguita dagli utenti e le interazioni aumentano, anche i post “meno interessanti” finiscono per arrivare sui feed degli iscritti.

Pertanto, con ottimi contenuti e con una costante attività social, di certo possiamo tutti ottenere una buona visibilità, popolarità ed elevati livelli di engagement.

Ad ogni modo, con il nuovo algoritmo di Facebook, le cose sono diventate ancor più difficili, in quanto alla sede di Menlo Park hanno deciso di privilegiare solamente i post capaci di stimolare le interazioni e il coinvolgimento degli iscritti: non a caso, lo scopo di questo social network resta sempre quello di aiutare le persone a connettersi tra loro.

Mi piace

Quindi, ad oggi le difficoltà di alcune pagine possono sicuramente essere aumentate a livello di visibilità e condivisioni, ma non è ancora detta l’ultima parola… Infatti, ci sono alcune semplici cose che possiamo fare.

Come possiamo agire per non essere messi da parte dal nuovo algoritmo di Facebook?

Se ci pensi bene, è proprio come nel caso di Google: entrambi i colossi del web vogliono spingerci a dare il meglio e a creare contenuti di elevata qualità. Non a caso, oltre all’uso delle tecniche SEO, è proprio puntando molto sulla qualità dei contenuti che riusciamo a ottenere un buon posizionamento sulle pagine della ricerca, non è vero?

Allo stesso modo, con la qualità possiamo ottenere più interazioni sul social e, conseguentemente, anche più visibilità, evitando così di avere problemi con il nuovo algoritmo di Facebook.

Tuttavia, non dobbiamo dimenticarci che il team di Mark Zuckerberg ci chiede coinvolgimento da parte degli utenti e di pubblicare post che possano aiutare le persone a connettersi tramite i commenti, scambi di opinioni, condivisioni, mi piace, etc.. Quindi, oltre alla qualità, è sempre consigliabile seguire questi suggerimenti:

• In accompagnamento ai link e/o alle immagini che condividi, usa delle ottime call to action o delle frasi capaci di attirare l’attenzione degli utenti;

• Punta molto sull’utilizzo di immagini/foto coinvolgenti e di qualità;

• Cerca di condividere contenuti interessanti e che, effettivamente, possono coinvolgere il tuo target e rispondere alle specifiche esigenze/domande/preferenze delle persone che ne fanno parte (per questo potranno essere utili indagini di mercato e una buona attività di social listening… Guarda anche come e quando interagiscono gli utenti sulle pagine dei tuoi principali competitors!);

• Non dimenticare che i video piacciono molto, in particolare quelli in live streaming (li potresti usare per presentare i tuoi nuovi prodotti, servizi e/o articoli sul tuo blog personale/aziendale/professionale).

Infine, ricorda che un po’ di investimento nella promozione su Facebook, con l’apposito programma di advertising, è sempre utile. Ti consente di aumentare la visibilità non solo al post sponsorizzato, ma persino a tutta la tua fanpage. Inoltre, è ovvio che questo rende Mark Zuckerberg più contento e spronato a darci una maggiore visibilità. Perciò, non farti spaventare dal nuovo algoritmo di Facebook: se punti sulla qualità e sulle condivisioni giuste, certamente neanche questo potrà fermarti!

Vuoi-maggiori-info-agenzia-di-comunicazione

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI

Commenti

Commenti